20 febbraio 2018

Il Salotto Editoriale di Book Morning

Una serie di incontri dedicati al mondo della scrittura e dell’editoria in cui, partendo da un libro, vi faremo conoscere da vicino scrittori, editori e addetti ai lavori per indagare tutto ciò che ruota attorno ai libri. Per lettori e lettrici curiosi, aspiranti scrittori e scrittrici e futuri operatori del mondo editoriale!


Quarto appuntamento

Sabato 15 Settembre | ore 18.00

Il Salotto Editoriale di Book Morning, per il suo quarto appuntamento, incontra in libreria Paolo Primavera e Alice Rifelli, le menti dietro a Edicola Ediciones, una casa editrice “garibaldina” che come l’eroe dei due mondi vive e pubblica tra Italia e Cile. Tra Ortona e Santiago, mattone dopo mattone, costruiscono un ponte di cultura tra questi due paesi traducendo in spagnolo autori italiani e in italiano autori cileni.

Partendo da due libri, “Tony Nessuno” di Andrés Montero e “Kramp” di Maria José Ferrada, ci parleranno di cosa si muove nel vivacissimo panorama contemporaneo della letteratura cilena e di cosa significa essere degli editori divisi tra due continenti.

COME PARTECIPARE | Per partecipare è necessario inviare un’email a info@bookmorning.it confermando la propria intenzione di aderire all’iniziativa e prenotando la propria copia di uno dei due testi proposti oppure passare direttamente in libreria ad acquistarla. L’acquisto del libro “Tony Nessuno” di Andrés Montero o “Kramp” di Maria José Ferrada (al prezzo di copertina rispettivamente di 13,00 euro e 12,00 euro) è l’unica spesa prevista per la partecipazione all’incontro. Per chi desiderasse acquistare entrambi i titoli è previsto uno sconto del 10%. I posti sono limitati.


TONY NESSUNO | La vita del Grande Circo Garmendia, che a dispetto del nome non è altro che un misero e polveroso baraccone di provincia, viene rivoluzionata dall’arrivo di un misterioso arabo che lascia in dono al capofamiglia due libri antichi e uno strano bambino senza nome. Saranno proprio quei libri, niente meno che Le mille e una notte, a cambiare per sempre le sorti del circo, da quando la trapezista Javiera – trasformatasi in una novella Shahrazàd – inizierà a incantare il pubblico con i suoi racconti dal sapore leggendario. Dopo anni di sacrifici, gli spalti del Grande Circo Garmendia tornano a riempirsi, la voce si sparge di città in città, e la compagnia torna ad assaporare una gloria che credeva persa per sempre. Quello che Javiera ancora non sa è che insieme al successo i libri porteranno nel suo destino anche i tragici riflessi di una maledizione antica.

KRAMP | Complice una madre distratta, che non vede bene dall’occhio sinistro, a sette anni M, invece che andare a scuola, viaggia ogni giorno per le polverose strade di un Cile di provincia, accompagnando D, il padre, nel suo lavoro di commesso viaggiatore di articoli di ferramenta. M e D lavorano in squadra. La presenza della bambina, con le sue scarpe lustre, la valigetta di plastica e un talento precoce nell’intercettare le debolezze altrui, impietosisce i clienti e fa aumentare le vendite di chiodi, martelli, seghetti e viti. D non è granché come padre, ma si rivela un eccellente datore di lavoro e in questi viaggi M inizia a costruire il proprio inventario del mondo, usando gli oggetti quotidiani come mezzo per comprendere la realtà. Fino al giorno in cui i vari elementi che le girano attorno – il passato della madre, D e il suo codice d’onore, i fantasmi di E, la fiducia nell’opera del Grande Falegname e i tempi che corrono – invece che incrociarsi e proseguire ognuno per la propria strada, la centrano in pieno.